Category Archive » Bitcoin

Come l’economia dell’Etereum potrebbe consumare Bitcoin

La razza del dominio criptico è comandata dal panorama della finanza decentralizzata (DeFi), dato che i suoi relativi protocolli e gettoni hanno finora superato la Bitcoin e i suoi confratelli quest’anno. L’Ethereum è il fondamento di questo nuovo panorama finanziario, e sta attirando sempre più BTC nel mix.

I mercati DeFi si sono immediatamente ripresi da quella che sembrava essere la genesi di una correzione. In termini di valore totale bloccato, i numeri sono tornati ad un massimo storico di 1,7 miliardi di dollari secondo DeFi Pulse. La FOMO yield farming FOMO, iniziata un paio di settimane fa, ha spinto gli investitori e gli speculatori verso i protocolli DeFi, dove hanno nascosto i loro cripto-collateral.

C’è una buona ragione per questo. I tradizionali luoghi di deposito cripto come portafogli o borse non offrono nulla in cambio, mentre una piattaforma DeFi può offrire tassi di interesse impressionanti dal 4-6% circa su stablecoins e oltre il 15% su vari altcoins.

Se a questo si aggiunge l’incentivo a guadagnare gettoni come la COMP o la BAL, non c’è da stupirsi che nell’ultimo mese oltre 750 milioni di dollari abbiano inondato lo spazio. Alcuni altri sviluppi interessanti, come l’ascesa dei gettoni Crypto Cash sulla rete dell’Ethereum, sono in continuo cambiamento e spingono la scena DeFi.

Bitcoin che fluisce in DeFi

Il boom della DeFi nell’ultimo mese non ha solo attratto l’Ethereum verso l’ecosistema, ma anche la quantità di Bitcoin bloccati in vari protocolli è salita alle stelle. Negli ultimi quindici giorni, il valore totale bloccato in BTC su DeFi è raddoppiato.

L’attuale quantità di Bitcoin bloccato è di poco inferiore a 10.000 BTC, con un aumento del 575% dall’inizio di quest’anno. In confronto, la quantità di ETH bloccati in DeFi è tornata a 3 milioni, che è alla pari con quanto visto all’inizio del 2020.

Nella sua ultima newsletter di Defiant, l’esperta del settore Camila Russo ha approfondito questa tendenza crescente di collegare Bitcoin con i gettoni ERC-20 per l’accesso ai finanziamenti decentralizzati. Con oltre 100 milioni di dollari in BTC che circolano sulla rete Ethereum, i due asset non sono mai stati così strettamente legati. Anche se c’è ancora molto tribalismo nel mondo dei cripto, Russo lo ha giustamente sottolineato;

L’Ethereum agisce come un pozzo di gravità per gli asset finanziari globali. E Bitcoin è la prima vittima.

La crescita esplosiva delle piattaforme DeFi che offrono incentivi finanziari per fornire liquidità criptata ha attratto i possessori di Bitcoin verso questo nuovo honeypot digitale. Semplicemente HODLing BTC non è più sufficiente, e gli investitori esperti sono alla ricerca di ulteriori guadagni migrando il loro Bitcoin su Ethereum per capitalizzare le sempre crescenti opportunità di guadagno in DeFi.

Ciò si ottiene depositando BTC in cambio dei token ERC-20 che sono effettivamente ancorati all’attività sottostante. Il Wrapped BTC (wBTC) è un metodo per tokenizzare il re della crittografia. In parole povere, si tratta di un token ERC-20 equivalente a un BTC. Essere un token ERC-20 rende il trasferimento di wBTC più veloce del normale Bitcoin, con l’ulteriore vantaggio di poter essere integrato nel mondo dei portafogli Ethereum, dApp, contratti intelligenti, e in questo caso, DeFi.

Ci sono altre versioni tokenizzate di Bitcoin come renBTC che sono entrate in funzione sulla rete Ethereum alla fine di maggio di quest’anno. Funziona utilizzando un custode versatile, decentralizzato, senza fiducia e senza permessi attraverso un protocollo chiamato RenVM. Il supporto del progetto spiega l’operazione in modo più dettagliato:

Si dà BTC a RenVM, si tiene che BTC, e si conia che BTC come ERC20 (a.k.a. renBTC) su Ethereum con rapporto 1:1 per assicurare che il vostro renBTC sia sempre supportato dalla stessa quantità di BTC.

Pozzo a gravità dell’Ethereum

Il trend è stato definito un „pozzo a gravità dell’Etereum“, e Compound Finance ha attirato il maggior numero di Bitcoin nelle ultime settimane. Ciò è stato ampiamente catalizzato dal lancio della distribuzione di gettoni COMP iniziata il 15 giugno. In due giorni, COMP è diventata il primo unicorno DeFi con una capitalizzazione di mercato di 1B$+.

Secondo DeFi Pulse, BTC ha iniziato ad entrare nel protocollo Compound il 18 giugno, quando i livelli erano a un misero blocco di 173 BTC. Oggi, questa cifra è di 2.578 BTC che rappresenta un guadagno di quasi il 1.400%.

Il catalizzatore originale per Bitcoin su Ethereum è stato MakerDAO, che ha aggiunto wBTC come collaterale a maggio. La Defiant ha aggiunto che l’importo bloccato in Maker si è appiattito man mano che wBTC raggiungeva il suo tetto di debito di 10 milioni di DAI circolanti.

Balancer ha fornito un’altra spinta al collateral Bitcoin nell’ecosistema DeFi. Un altro meccanismo di distribuzione dei gettoni ha creato più opzioni di coltivazione della liquidità che hanno attratto più garanzie crittografiche, portando la piattaforma in cima alle classifiche in termini di valore totale bloccato.

Bakkt arbeitet mit dem Krypto-Asset-Manager Galaxy Digital zusammen, um die institutionelle Nachfrage nach Bitcoin zu befriedigen.

Das von Intercontinental Exchange unterstützte Unternehmen Bakkt geht eine Partnerschaft mit dem Krypto-Asset-Manager Galaxy Digital ein, um die neue institutionelle Nachfrage nach Bitcoin zu befriedigen.

Die Tochtergesellschaft der Intercontinental Exchange, die Krypto-Custody und Derivate-Plattform Bakkt, hat sich mit dem Krypto-Asset-Manager Galaxy Digital zusammengetan, um einen „weißen Handschuh“-Service für Institutionen einzuführen, die Bitcoin nachfragen. Im Rahmen der Partnerschaft wird die Matching-Engine und Handelsplattform des Krypto-Asset-Managers Galaxy Digital Trading (GDT) zusammen mit den digitalen Asset-Custody-Diensten von Bakkt angeboten. Tim Plakas von Galaxy Digital sagte, dass diese Partnerschaft die bitcoin goldsteigende Nachfrage bedienen würde, die unsere beiden Firmen von traditionellen Vermögensverwaltern erhalten haben, die physischen Bitcoin-Zugang suchen.

Die Partnerschaft wurde als Antwort auf die starke institutionelle Nachfrage nach Bitcoin gegründet.

Dem Bloomberg-Bericht zufolge sagte John Conneely, der Leiter der Verwahrstelle von Bakkt, dass diese Partnerschaft mit Galaxy Digital als Reaktion auf die starke institutionelle Nachfrage nach Exponierung von Krypto-Assets gegründet wurde. Im Rahmen der Partnerschaft wird GDT von über 30 Market-Makern Liquidität beschaffen, wobei der Handel das ganze Jahr über rund um die Uhr stattfinden wird. GDT generierte im ersten Quartal dieses Jahres ein Volumen von über 1 Milliarde US-Dollar an digitalen Vermögenswerten, das sich auf Spot-, Leih-, Derivate- und strukturierte Kryptoprodukte erstreckt. Laut der offiziellen Ankündigung planen die Unternehmen, einen „weißen Handschuh“-Service für institutionelle Vermögensverwalter anzubieten, die Bitcoin erwerben, Positionen aufbauen und speichern möchten.

„Die Ausführungskompetenz von Galaxy Digital und die Verwahrungslösung von Bakkt ergänzen sich in hohem Maße“.

John Conneely, Leiter der Geschäftsentwicklung im Bereich Custody bei Bakkt, sagte dies neben der Übernahme von Verwahrungsanforderungen, die für die digitale Asset-Klasse und ihre Infrastruktur einzigartig sind. Er fügte hinzu, dass das Bakkt-Warehouse dasselbe erstklassige, vertrauenswürdige Sicherheits-Framework für Unternehmen verwendet, das die Dutzend Börsen von ICE weltweit, einschließlich der New Yorker Börse, schützt. Er behauptete weiter, dass als einer der größten Handelsbetriebe im Bereich der digitalen Vermögenswerte die Ausführungsexpertise von Galaxy Digital und die Verwahrungslösung von Bakkt sich in hohem Maße ergänzen.

Bakkt arbeitet auch an anderen wichtigen Initiativen, einschließlich einer auf den Einzelhandel ausgerichteten Krypto-App, die sich noch in der Entwicklung befindet. Kürzlich enthüllte Details zeigen jedoch, dass die App mit anderen Brieftaschen von Drittanbietern verknüpft werden soll und Treue- und Spielbelohnungspunkte bietet.